Peracchini – Guerri: c’è l’accordo sui contenuti

«Un accordo sui contenuti programmatici non sulle poltrone» definisce così Giulio Guerri l’apparentamento al ballottaggio del prossimo 25 giugno con Pierluigi Peracchini. «Un accordo – precisa Guerri – giunto dopo un’assemblea delle mie liste e dei miei sostenitori che ha visto grande partecipazione e ha dato il via libera unanime all’intesa e che trova piena condivisione da parte di Pierluigi su molte delle nostre battaglie condotte fino ad ora. Per esempio quelle sulle questioni ambientali e sanitarie che da sempre abbiamo portato avanti con forza contro un’amministrazione sorda. Ma l’accordo programmatico con l’ampia coalizione che sostiene Pierluigi Peracchini va oltre trovando corrispondenza anche in altri punti fondamentali tra i quali la condivisione della necessità di far partire con assoluta priorità un’approfondita indagine epidemiologica sul levante della città e il superamento delle scellerate politiche delle discariche a cielo aperto e della cementificazione in collina.» «Con il programma delle liste che hanno sostenuto Giulio in questa campagna elettorale – commenta Peracchini – condividiamo il grande tema della riorganizzazione della raccolta dei rifiuti su cui Guerri ha condotto una battaglia esemplare da consigliere comunale di opposizione. Conveniamo inoltre anche sulla necessità di mettere mano ad una riorganizzazione di fondo delle procedure di assegnazione degli appalti che fino ad oggi premia esclusivamente il massimo ribasso. Diamo atto poi, come coalizione, che per dieci anni Guerri ha condotto una forte battaglia di contrasto alle giunte Federici e per questo crediamo di poter condividere con lui l’impegno di dare vita fin da subito a una nuova classe dirigente che guardi al rinnovamento e alla meritocrazia. Ringrazio infine tutta la coalizione che ha saputo cogliere con grande spirito di squadra l’allargamento del nostro progetto e della nostra proposta politica ad un altro, importante, movimento civico che ci consentirà di essere ancor di più vicini alle istanze dei cittadini nel nostro ruolo di amministratori della città a partire dal prossimo 26 giugno per cambiare insieme Spezia.»